La "fattiva acquiescenza" del cliente e la responsabilità della SIM per illecito del promotore