Sulle conseguenze processuali della proposizione, innanzi allo stesso giudice, di due cause identiche, in nota a Cass. 15 gennaio 2015, n. 567