Enti collettivi e interruzione del processo: un binomio imperfetto