John Haldon scrisse della "capacità dello Stato nel viscio e ottavo secolo di attuare un controllo relativamente pieno sulla sua base imponibile". Ha continuato dicendo che "il governo nell'estrazione e nella ridistribuzione delle risorse è particolarmente chiaro in termini di tassazione". Pertanto, nel racconto dell'ascesa e della caduta delle anfore globulari e della loro distribuzione possiamo assistere alla differenza tra un sistema più controllato di dirigismo statale e dirigismo ecclesiastico che era in atto durante i secoli di gravi crisi economiche e la crisi finanziaria nel Mediterraneo, seguita da un'equa misura di deregolamentazione e di impresa di mercato, poiché il ruolo delle forze di mercato nell'integrazione economica stava aumentando, l'espansione delle eccedenze scambiabili e la crescita della popolazione (consumatori). Questi cambiamenti possono aver avuto un impatto sulla fabbricazione di contenitori di trasporto, sulla loro forma, sulla loro capacità e sulla loro distribuzione (con il loro relativo contenuto di vino, olio d'oliva e altri prodotti). L'aumento della varietà morfologica sembrerebbe quindi essere il risultato di una riduzione delle restrizioni commerciali e di un aumento dei fornitori indipendenti e più liberi. A partire dal tardo IX e X secolo, le anfore, così come le botti di legno sempre più comuni, appaiono forse più adatte alla spedizione marittima su larga scala del medio medioevo, e appaiono in una varietà di forme nuove e diverse, all'interno di un complesso sistema di reti commerciali interconnesse.

Byzantine ‘Globular amphorae’ and the early Middle Ages: attempting to shed light on a dark-age enigma

Paul Arthur
2018

Abstract

John Haldon scrisse della "capacità dello Stato nel viscio e ottavo secolo di attuare un controllo relativamente pieno sulla sua base imponibile". Ha continuato dicendo che "il governo nell'estrazione e nella ridistribuzione delle risorse è particolarmente chiaro in termini di tassazione". Pertanto, nel racconto dell'ascesa e della caduta delle anfore globulari e della loro distribuzione possiamo assistere alla differenza tra un sistema più controllato di dirigismo statale e dirigismo ecclesiastico che era in atto durante i secoli di gravi crisi economiche e la crisi finanziaria nel Mediterraneo, seguita da un'equa misura di deregolamentazione e di impresa di mercato, poiché il ruolo delle forze di mercato nell'integrazione economica stava aumentando, l'espansione delle eccedenze scambiabili e la crescita della popolazione (consumatori). Questi cambiamenti possono aver avuto un impatto sulla fabbricazione di contenitori di trasporto, sulla loro forma, sulla loro capacità e sulla loro distribuzione (con il loro relativo contenuto di vino, olio d'oliva e altri prodotti). L'aumento della varietà morfologica sembrerebbe quindi essere il risultato di una riduzione delle restrizioni commerciali e di un aumento dei fornitori indipendenti e più liberi. A partire dal tardo IX e X secolo, le anfore, così come le botti di legno sempre più comuni, appaiono forse più adatte alla spedizione marittima su larga scala del medio medioevo, e appaiono in una varietà di forme nuove e diverse, all'interno di un complesso sistema di reti commerciali interconnesse.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/434445
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 4
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact