Augusto Graziani e il marxismo