La dignità umana come limite etico per la crescita economica