1916. I giovani socialisti rivoluzionari per «l’unione dei reietti e dei bastardi» contro la guerra.