Allegoria in Shakespeare ed identità enunciativa della coscienza. Amleto ed il fantasma paterno come ‘voce’ di presentimento