Gino Barbieri, Alberto Bertolino e Werner Sombart: la religione e il capitalismo italiano