All'indomani dell'approvazione definitiva della legge sulle Unioni Civili l'impressione è che, scelta la qualificazione giuridica dell'istituto e lasciato al giudice il problema dell'adozione da parte del genitore sociale, il legislatore abbia prestato ben poca attenzione alla regolamentazione del rapporto tra persone dello stesso sesso. Ne risulta una disciplina ricavabile per sottrazione da quella dettata per il matrimonio, tutta da ricostruire attraverso rinvii e richiami che impegneranno l'interprete in una vera e propria opera di riscrittura dei diritti e doveri delle parti dell'unione.

Le unioni civili tra diritto e pregiudizio. Prima lettura del nuovo testo di legge.

Francesca Dell'Anna Misurale
2016

Abstract

All'indomani dell'approvazione definitiva della legge sulle Unioni Civili l'impressione è che, scelta la qualificazione giuridica dell'istituto e lasciato al giudice il problema dell'adozione da parte del genitore sociale, il legislatore abbia prestato ben poca attenzione alla regolamentazione del rapporto tra persone dello stesso sesso. Ne risulta una disciplina ricavabile per sottrazione da quella dettata per il matrimonio, tutta da ricostruire attraverso rinvii e richiami che impegneranno l'interprete in una vera e propria opera di riscrittura dei diritti e doveri delle parti dell'unione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/419658
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact