L'articolo mette in evidenza il modo originale in cui la Arendt affida alla facoltà del giudizio, effimera e contingente per sua natura, la fondazione, non logica, della libertà.

La teoria del giudizio di Hannah Arendt "revisited"

Rizzo, Giorgio
2016

Abstract

L'articolo mette in evidenza il modo originale in cui la Arendt affida alla facoltà del giudizio, effimera e contingente per sua natura, la fondazione, non logica, della libertà.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/419636
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact