«Talcualismo», «decolonizzazione» o «utopia arcaica» del diritto costituzionale?