«Tentato storicismo»: Enzo Siciliano lettore indocile di Bassani