Lavoro, chi si accontenta gode?