Negli ultimi decenni la proprietà condominiale si è profondamente trasformata ed evoluta ed il sistema ordinamentale ha cercato di adeguarsi con la riforma introdotta dalla l. n. 220/12. Si propone una riflessione sulle nuove norme del Codice civile che pongono il problema del bilanciamento tra la tutela della proprietà e la necessità di tutela degli interessi umani connessi all’abitare e alla fruizione di beni e servizi comuni. L’analisi si indirizza sull’àmbito dei poteri dell’assemblea e dei singoli condomini in merito all’abbattimento delle barriere architettoniche, all’installazione di sistemi di videosorveglianza, al possesso di animali domestici e ad altri bisogni primari della persona. La disciplina vigente dei rapporti di condominio attende ancora di essere compiutamente attuata a salvaguardia dei fondamentali diritti delle persone che a vario titolo vi partecipano. In recent decades, condominium models have been transformed and evolved and the legal system has tried to adapt to this, through the reform introduced by l. n. 220/2012. The Author remarks are addressed on the new Civil code provisions that raise the problem of the balancing test between estate ownership protection and the need for human interests protection related to housing and to fruition of common goods and services. The analysis focuses on the individual owners rights about removing “architectural barriers”, installing video-surveillance systems, cohabiting with pets and other personality basic needs. The current provisions on condominium relationships are still waiting to be fully implemented to safeguard fundamental personality rights.

Bisogni primari della persona e disciplina condominiale dopo la l. n. 220 del 2012

VITERBO, FRANCESCO GIACOMO
2014

Abstract

Negli ultimi decenni la proprietà condominiale si è profondamente trasformata ed evoluta ed il sistema ordinamentale ha cercato di adeguarsi con la riforma introdotta dalla l. n. 220/12. Si propone una riflessione sulle nuove norme del Codice civile che pongono il problema del bilanciamento tra la tutela della proprietà e la necessità di tutela degli interessi umani connessi all’abitare e alla fruizione di beni e servizi comuni. L’analisi si indirizza sull’àmbito dei poteri dell’assemblea e dei singoli condomini in merito all’abbattimento delle barriere architettoniche, all’installazione di sistemi di videosorveglianza, al possesso di animali domestici e ad altri bisogni primari della persona. La disciplina vigente dei rapporti di condominio attende ancora di essere compiutamente attuata a salvaguardia dei fondamentali diritti delle persone che a vario titolo vi partecipano. In recent decades, condominium models have been transformed and evolved and the legal system has tried to adapt to this, through the reform introduced by l. n. 220/2012. The Author remarks are addressed on the new Civil code provisions that raise the problem of the balancing test between estate ownership protection and the need for human interests protection related to housing and to fruition of common goods and services. The analysis focuses on the individual owners rights about removing “architectural barriers”, installing video-surveillance systems, cohabiting with pets and other personality basic needs. The current provisions on condominium relationships are still waiting to be fully implemented to safeguard fundamental personality rights.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/388869
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact