Sul concetto di “naturale”. Alcune considerazioni sui libri di Francesco Remotti e Filippo Trasatti