Perseo e Medusa: il giudice ordinario al cospetto del potere amministrativo