Il lavoro illustra i risultati ottenuti dalla sperimentazione delle tecnologie informatiche e delle telecomunicazione alla piccole e medie realtà del territorio pugliese. In considerazione della poliedrica realtà imprenditoriale pugliese, si è pensato di indagare realtà che potessero consentire una rappresentazione della vocazione dello stesso territorio e delle potenzialità di utilizzo dell’I.C.T. all’interno delle stesse imprese. Avendo particolare riguardo all’oggetto dell’analisi, non ci si è limitati esclusivamente alla valutazione dell’impatto dell’I.C.T. sulle realtà imprenditoriali, ma si è anche proceduto ad una valutazione del ruolo che le stesse tecnologie possono svolgere nell’evoluzione dell’offerta di servizi che talune realtà associative riescono ad espletare. E’ fuor di dubbio che il territorio in esame non può far a meno di considerare l’operatività delle realtà che aggregano più operatori, le quali, considerando la modesta dimensione delle imprese stesse, possono rappresentare un valido supporto nella crescita delle imprese in esso insistenti. Per ciò che concerne l’area pugliese, la ricerca, oltre ad essere organizzata su due aree differenti, le quali sono state individuate attraverso l’impiego di macrovariabili (vocazione imprenditoriali e divisione territoriale), ha riguardato le imprese maggiormente rappresentative delle stesse aree secondo le specifiche richieste dalla sperimentazione effettuata. Il lavoro di sperimentazione qui rappresentato, dunque, vuol essere un momento di sintesi del ruolo che le soluzioni proposte da IBM per le realtà di medio – grande dimensione possono esercitare anche nello sviluppo di realtà minori presenti nel sud Italia e, nella fattispecie, nella Regione Puglia. In proposito, è agevole osservare come l’implementazione di nuove tecnologie stia portando alla creazione di nuovi mercati e/o nuovi segmenti, con la conseguente modifica del livello di competizione tra le imprese. L’utilizzo in ambito aziendale delle tecnologie è molteplice poiché passa: dalla gestione delle relazioni di fornitura e distributive al governo della struttura produttiva, dalla conduzione dell’amministrazione al servizio al cliente; nell’attuale contesto nessuna realtà imprenditoriale può pensare di pianificare la propria operatività futura senza considerare l’apporto offerto dall’I.C.T. e dalle soluzioni ad esse collegate. Sulla base di tali evidenti considerazioni, si è affrontata la sperimentazione delle diverse applicazioni gestionali realizzate da IBM per le piccole e medie imprese.

La sperimentazione nella Regione Puglia

IAZZI, ANTONIO;ROSATO, PIERFELICE;
2006

Abstract

Il lavoro illustra i risultati ottenuti dalla sperimentazione delle tecnologie informatiche e delle telecomunicazione alla piccole e medie realtà del territorio pugliese. In considerazione della poliedrica realtà imprenditoriale pugliese, si è pensato di indagare realtà che potessero consentire una rappresentazione della vocazione dello stesso territorio e delle potenzialità di utilizzo dell’I.C.T. all’interno delle stesse imprese. Avendo particolare riguardo all’oggetto dell’analisi, non ci si è limitati esclusivamente alla valutazione dell’impatto dell’I.C.T. sulle realtà imprenditoriali, ma si è anche proceduto ad una valutazione del ruolo che le stesse tecnologie possono svolgere nell’evoluzione dell’offerta di servizi che talune realtà associative riescono ad espletare. E’ fuor di dubbio che il territorio in esame non può far a meno di considerare l’operatività delle realtà che aggregano più operatori, le quali, considerando la modesta dimensione delle imprese stesse, possono rappresentare un valido supporto nella crescita delle imprese in esso insistenti. Per ciò che concerne l’area pugliese, la ricerca, oltre ad essere organizzata su due aree differenti, le quali sono state individuate attraverso l’impiego di macrovariabili (vocazione imprenditoriali e divisione territoriale), ha riguardato le imprese maggiormente rappresentative delle stesse aree secondo le specifiche richieste dalla sperimentazione effettuata. Il lavoro di sperimentazione qui rappresentato, dunque, vuol essere un momento di sintesi del ruolo che le soluzioni proposte da IBM per le realtà di medio – grande dimensione possono esercitare anche nello sviluppo di realtà minori presenti nel sud Italia e, nella fattispecie, nella Regione Puglia. In proposito, è agevole osservare come l’implementazione di nuove tecnologie stia portando alla creazione di nuovi mercati e/o nuovi segmenti, con la conseguente modifica del livello di competizione tra le imprese. L’utilizzo in ambito aziendale delle tecnologie è molteplice poiché passa: dalla gestione delle relazioni di fornitura e distributive al governo della struttura produttiva, dalla conduzione dell’amministrazione al servizio al cliente; nell’attuale contesto nessuna realtà imprenditoriale può pensare di pianificare la propria operatività futura senza considerare l’apporto offerto dall’I.C.T. e dalle soluzioni ad esse collegate. Sulla base di tali evidenti considerazioni, si è affrontata la sperimentazione delle diverse applicazioni gestionali realizzate da IBM per le piccole e medie imprese.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/109487
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact