Alcune considerazioni sull'istituto italico della vereiia