Olimpia Morata e Celio Secondo Curione: aspetti letterari di un sodalizio eterodosso