Escludendo che i documenti storici possano consentire di acquisire, per forza propria, la "realtà obiettiva" o la "verità" delle cose di cui parlano, costituendo piuttosto delle "testimonianze", di valore intrinsecamente controverso, la cultura appare, più che come un "patrimonio", come un reticolo di circuiti comunicativi, nello spazio pubblico/privato della comunicazione e dei relativi "diritti".

Documenti storici e diritto alla cultura.

DE NITTO, Achille
2007

Abstract

Escludendo che i documenti storici possano consentire di acquisire, per forza propria, la "realtà obiettiva" o la "verità" delle cose di cui parlano, costituendo piuttosto delle "testimonianze", di valore intrinsecamente controverso, la cultura appare, più che come un "patrimonio", come un reticolo di circuiti comunicativi, nello spazio pubblico/privato della comunicazione e dei relativi "diritti".
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/108125
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact