Le "gentes" d’Oriente tra identità e integrazione