A proposito di due oggetti conservati all'Ashmolean Museum