Il dialetto sopravvive in rete… e in rap