Patrimonio storico-scientifico ed esperienze in aula: un esempio con la macchina di Bourbuze