Scienza e senso comune: la svolta einsteiniana