A proposito di un nuovo studio sull'"Epitafio di Adone"