Poco prima del futuro. La cultura tra ibridi e attese