Una memoria di epica familiare