Sandro Greco e l'arte come gioco: dai dipinti ai tapp-arazzi