Modernità, «First Global Competition» e Diritto internazionale universale tra Sette e Ottocento