Nota del Centro Studi Carmelo Bene