Sipari virtuali. Lo spettacolo ai tempi del virus