L’inversione del rapporto mezzi-fini: limiti della razionalità occidentale