Il contributo indaga la vicenda accademica e umana di Edoardo Volterra, professore di diritto romano, dal luglio 1938 al 1945. Esso ricostruisce le vicende del suo allontanamento dall'Università in forza della legislazione razziale del 1938, del suo peregrinare fra l'Africa e l'Europa, e della sua attiva partecipazione alla Resistenza italiana; altresì mette in evidenza come tale vicenda non abbia interrotto la sua attività di ricerca, condotta anche grazie all'aiuto e al sostegno di accademici italiani ed esteri.

Edoardo Volterra, il fascismo e le leggi razziali

Pierangelo Buongiorno;
2020

Abstract

Il contributo indaga la vicenda accademica e umana di Edoardo Volterra, professore di diritto romano, dal luglio 1938 al 1945. Esso ricostruisce le vicende del suo allontanamento dall'Università in forza della legislazione razziale del 1938, del suo peregrinare fra l'Africa e l'Europa, e della sua attiva partecipazione alla Resistenza italiana; altresì mette in evidenza come tale vicenda non abbia interrotto la sua attività di ricerca, condotta anche grazie all'aiuto e al sostegno di accademici italiani ed esteri.
9788832158267
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/437946
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact