Avvertenza a Celio Secondo Curione, Araneus seu De Providentia Dei