Collaborazione all’esposizione a cura di L. Mandruzzato, M. Novello, Vetro in mostra (nell’ambito del ciclo di incontri La cultura…si fa!), con il Polo Museale regionale e la Fondazione Aquileia. La magia delle perle di vetro. Ornamento, talismano, moneta di scambio. La raccolta di perle in vetro antiche rivenute ad Aquileia e custodite al Museo Archeologico Nazionale fornisce lo spunto per un excursus nell’evoluzione del gusto e della tecnica di lavorazione di questi luccicanti e variopinti ornamenti, dall’età romana alla prima metà del ‘Novecento, dall’Oriente Mediterraneo a Venezia. Una storia di colori e usi, intrecciata con le mode e le credenze di coloro che le sceglievano per possederle e indossarle. Un materiale speciale per usi speciali: vetro per conservare e per consumare. Alcune delle intrinseche caratteristiche del vetro come materia l’hanno reso, dalla sua scoperta ai giorni nostri, il materiale ideale per la produzione di contenitori per la conservazione e la commercializzazione di sostanze i cui pregi principali risiedono nelle proprie qualità organolettiche: vino, olio, profumi e unguenti medicamentosi. Una scelta di pezzi antichi aquileiesi, destinati proprio a questi utilizzi, vengono contrapposti ad analoghi prodotti contemporanei delle industrie vetrarie regionali, in un dialogo e un rispecchiarsi che dura da 2000 anni.

Vetro in mostra

R. Auriemma
2016

Abstract

Collaborazione all’esposizione a cura di L. Mandruzzato, M. Novello, Vetro in mostra (nell’ambito del ciclo di incontri La cultura…si fa!), con il Polo Museale regionale e la Fondazione Aquileia. La magia delle perle di vetro. Ornamento, talismano, moneta di scambio. La raccolta di perle in vetro antiche rivenute ad Aquileia e custodite al Museo Archeologico Nazionale fornisce lo spunto per un excursus nell’evoluzione del gusto e della tecnica di lavorazione di questi luccicanti e variopinti ornamenti, dall’età romana alla prima metà del ‘Novecento, dall’Oriente Mediterraneo a Venezia. Una storia di colori e usi, intrecciata con le mode e le credenze di coloro che le sceglievano per possederle e indossarle. Un materiale speciale per usi speciali: vetro per conservare e per consumare. Alcune delle intrinseche caratteristiche del vetro come materia l’hanno reso, dalla sua scoperta ai giorni nostri, il materiale ideale per la produzione di contenitori per la conservazione e la commercializzazione di sostanze i cui pregi principali risiedono nelle proprie qualità organolettiche: vino, olio, profumi e unguenti medicamentosi. Una scelta di pezzi antichi aquileiesi, destinati proprio a questi utilizzi, vengono contrapposti ad analoghi prodotti contemporanei delle industrie vetrarie regionali, in un dialogo e un rispecchiarsi che dura da 2000 anni.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/432755
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact