E’ l’attività “madre” di tante altre, praticata in tutte le epoche, di cui l’Adriatico serba memoria dalle età più antiche. E antiche sono le imbarcazioni adibite a tale scopo; gli autori latini ci testimoniano il trasporto di pesce vivo in naves vivariae, imbarcazioni dotate cioè di un serbatoio d’acqua, per rifornire le peschiere o i mercati vicini. La documentazione archeologica è oggi più eloquente: oltre alla piccola imbarcazione del porto di Claudio a Fiumicino, datata alla fine del II sec. d.C., nuovi dati estremamente significativi vengono ancora una volta dalla nave di Grado.

La pesca

R. Auriemma
2017

Abstract

E’ l’attività “madre” di tante altre, praticata in tutte le epoche, di cui l’Adriatico serba memoria dalle età più antiche. E antiche sono le imbarcazioni adibite a tale scopo; gli autori latini ci testimoniano il trasporto di pesce vivo in naves vivariae, imbarcazioni dotate cioè di un serbatoio d’acqua, per rifornire le peschiere o i mercati vicini. La documentazione archeologica è oggi più eloquente: oltre alla piccola imbarcazione del porto di Claudio a Fiumicino, datata alla fine del II sec. d.C., nuovi dati estremamente significativi vengono ancora una volta dalla nave di Grado.
9788849235609
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/432586
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact