Ai piedi della scogliera sommersa di Torre S Sabina (Br), lo strato di sabbia più profondo, conteneva un importante nucleo di materiali omogenei: anfore e raffinati servizi da tavola provenienti dalla Grecia a dall’area egea: Atene, Corinto, il Peloponneso, l’attuale costa turca, le isole di Taso e Chio, ecc. Si tratta del carico di una nave, Torre S. Sabina 3, naufragata nella baia infrangendosi contro la scogliera, attorno al 500 a.C.

La nave "greca" di Torre S. Sabina

R. Auriemma;A. Antonazzo
2017

Abstract

Ai piedi della scogliera sommersa di Torre S Sabina (Br), lo strato di sabbia più profondo, conteneva un importante nucleo di materiali omogenei: anfore e raffinati servizi da tavola provenienti dalla Grecia a dall’area egea: Atene, Corinto, il Peloponneso, l’attuale costa turca, le isole di Taso e Chio, ecc. Si tratta del carico di una nave, Torre S. Sabina 3, naufragata nella baia infrangendosi contro la scogliera, attorno al 500 a.C.
9788849235609
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/432561
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact