Nota su una nuova citazione di Alfredo Anglico nei Meteora di Alberto il Grande