Carlo Goldoni e Dario Fo: il caso del "Servitore di due padroni" (Arlecchino), appunti sparsi