A partire da una rilettura del resoconto di viaggio pubblicato col titolo "Die Stimmen von Marrakesch", il saggio affronta la dibattuta questione dell'orientalismo, così come essa viene teorizzata da E. Said e dai suoi oppositori. Fondamentale per la riflessione su questo tema appare il confronto di Canetti con le sue radici ebraiche sefardite, come emerge in particolare dal rapporto dello scrittore con personaggi del calibro di Abraham Sonne e Franz Baermann Steiner.

«Vielleicht hätte sie sich den Fremden ganz fremd gewünscht»: Symptomatik des Orientalismus im Werk Elias Canettis

Disanto, Giulia A.
2019

Abstract

A partire da una rilettura del resoconto di viaggio pubblicato col titolo "Die Stimmen von Marrakesch", il saggio affronta la dibattuta questione dell'orientalismo, così come essa viene teorizzata da E. Said e dai suoi oppositori. Fondamentale per la riflessione su questo tema appare il confronto di Canetti con le sue radici ebraiche sefardite, come emerge in particolare dal rapporto dello scrittore con personaggi del calibro di Abraham Sonne e Franz Baermann Steiner.
978-3-7720-8642-7
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/424897
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact