«Pongo Michelangelo più in alto di Raffaello». Nietzsche e l’arte figurativa italiana