La categoria dei contratti di servizi ha confini sfumati. Il tentativo di definizione operato guardando alla struttura aiuta ma non troppo: si dice, il contratto è di servizi quando non è di cessione dei beni. Defini-zione negativa la quale a sua volta profila una bipartizione visibilmente grossolana. Meglio muovere dalla consapevolezza che l’analogia strutturale – quand’anche fondata sull’identità materiale della prestazione – non ga-rantisce analogia di qualificazione né, conseguentemente, identità di disciplina applicabile e con la aggiuntiva consapevolezza che l’analisi funzionale non si può limitare alla considerazione di qualche carattere generico della pre-stazione.

Le parti dei contratti di servizi

di raimo, raffaele
2017

Abstract

La categoria dei contratti di servizi ha confini sfumati. Il tentativo di definizione operato guardando alla struttura aiuta ma non troppo: si dice, il contratto è di servizi quando non è di cessione dei beni. Defini-zione negativa la quale a sua volta profila una bipartizione visibilmente grossolana. Meglio muovere dalla consapevolezza che l’analogia strutturale – quand’anche fondata sull’identità materiale della prestazione – non ga-rantisce analogia di qualificazione né, conseguentemente, identità di disciplina applicabile e con la aggiuntiva consapevolezza che l’analisi funzionale non si può limitare alla considerazione di qualche carattere generico della pre-stazione.
9788849533538
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/418100
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact