La relazione intende delineare alcuni aspetti per così dire “tipologico-strutturali” connessi al ruolo e allo spazio che santuari e luoghi di culto ebbero nell’Italia medio-adriatica in età preromana (I millennio a.C.). Tale ambito territoriale in età storica esso fu sede di popolazioni che la tradizione antica,o quanto meno un autorevole filone della stessa, per lo più riconnetteva a origine sabina (Piceni, èthne cd. sabellici, Sanniti). In esso, l’organizzazione del popolamento fu prevalentemente legata ad una situazione di accentuato frazionamento degli insediamenti.

Santuari e luoghi di culto preromani nell’Italia medio-adriatica

G. Tagliamonte
2017

Abstract

La relazione intende delineare alcuni aspetti per così dire “tipologico-strutturali” connessi al ruolo e allo spazio che santuari e luoghi di culto ebbero nell’Italia medio-adriatica in età preromana (I millennio a.C.). Tale ambito territoriale in età storica esso fu sede di popolazioni che la tradizione antica,o quanto meno un autorevole filone della stessa, per lo più riconnetteva a origine sabina (Piceni, èthne cd. sabellici, Sanniti). In esso, l’organizzazione del popolamento fu prevalentemente legata ad una situazione di accentuato frazionamento degli insediamenti.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/418099
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact