Lo studio si propone di sottolineare i principi estetici ricorrenti nei trattati sulla pittura di paesaggio nella Cina antica, a partire dal quinto secolo. Attraverso le fonti classiche cinesi, è possibile isolare alcuni elementi chiave che permettono la comparazione con un filone non secondario del pensiero estetico occidentale tradizionale, che da Platone passa a Dionigi l'Areopagita e infine a S. Tommaso d'Aquino.

I principi estetici nella teoria pittorica della Cina antica: per un superamento del tabù comparativo

Maurizio Paolillo
2017

Abstract

Lo studio si propone di sottolineare i principi estetici ricorrenti nei trattati sulla pittura di paesaggio nella Cina antica, a partire dal quinto secolo. Attraverso le fonti classiche cinesi, è possibile isolare alcuni elementi chiave che permettono la comparazione con un filone non secondario del pensiero estetico occidentale tradizionale, che da Platone passa a Dionigi l'Areopagita e infine a S. Tommaso d'Aquino.
9788891761750
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/417898
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact