Dopo aver pubblicato Les fonctions mentales dans les sociétés inférieures Lucien Lévy-Bruhl viene ben presto considerato la principale autorità filosofica sulla ‘mentalità primitiva’. In quei decenni chi da filosofo si interessa ai ‘primitivi’ non potrà ignorarlo. Nei paesi di lingua tedesca il dibattito si sviluppa in particolare a partire dal 1921, anno in cui esce la traduzione tedesca Das Denken der Naturvölker, a cura dell’allora notissimo filosofo viennese Wilhelm Jerusalem. Il presente contributo si limita a considerare alcune figure rappresentative, in particolare lo stesso Jerusalem, ma anche, tra gli altri, Cassirer, Husserl e Fleck.

Mentalità e stili di pensiero. Note sulla ricezione di Lucien Lévy-Bruhl nella filosofia di lingua tedesca (Jerusalem, Cassirer, Husserl, Fleck)

Brusotti, Marco
2017

Abstract

Dopo aver pubblicato Les fonctions mentales dans les sociétés inférieures Lucien Lévy-Bruhl viene ben presto considerato la principale autorità filosofica sulla ‘mentalità primitiva’. In quei decenni chi da filosofo si interessa ai ‘primitivi’ non potrà ignorarlo. Nei paesi di lingua tedesca il dibattito si sviluppa in particolare a partire dal 1921, anno in cui esce la traduzione tedesca Das Denken der Naturvölker, a cura dell’allora notissimo filosofo viennese Wilhelm Jerusalem. Il presente contributo si limita a considerare alcune figure rappresentative, in particolare lo stesso Jerusalem, ma anche, tra gli altri, Cassirer, Husserl e Fleck.
978-88-6760-501-9
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/415686
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact