Nunzio Ferraro al servizio di nobili e vicerè. Due stemmi per due scranne