Galateo e Strabone. Una nota di metodo nel "De situ Iapygiae"