Un manuale di semiotica del Cinquecento: il «De humana physiognomonia» di Giovan Battista Della Porta